Cosa tratta l'Ortopedia Pediatrica

Da chi porto il mio bambino?

L'Ortopedia Pediatrica segue tradizionalmente i Pazienti di età 0-14 con una fascia allargata fino ai 18.

Le patologie che tratta sono innumerevoli, basti pensare solamente a quelle di tipo traumatico ovvero le fratture. Cancelliamo in falso mito per il quale i bambini sono "elastici" e "non si rompono"!

I quadri clinici e radiografici delle fratture sono sicuramente ben diversi rispetto a quelli dell'adulto, così come le sedi anatomiche più colpite. Diverse sono anche le modalità di trattamento e i tempi di guarigione che seguono percorsi totalmente diversi.

Le patologie non traumatiche rappresentano una gamma particolarmente vasta; si possono a grandi linee differenziare tra quelle congenite e neonatali (es. displasia dell'anca, piede torto ecc..) , quelle evolutive dell'infanzia (es. piede piatto evolutivo, scoliosi congenite e non) o della fase adolescenziale (es. le osteocondrosi, Perthes, epifisiolisi ecc..),  le deformità assiali e rotazionali degli arti (es. ginocchio valgo o varo) associate o meno a quadri sindromici o neurologici (es. emiparesi, diplegie ecc..), le deformità congenite o la patologia tumorale benigna (es. fibromi non ossificanti, cisti ossee ecc..). Non dimentichiamo la patologia dello sport, sempre più attuale ai giorni nostri viste le innumerevoli attività ludico-sportive che vedono impegnati sempre più bambini.

Tutto questo comporta una diagnosi ed un inquadramento corretto delle singole patologie, che pone attenzione all'evoluzione delle stesse ed alle possibili complicanze, ricordando che "il bambino non è un piccolo adulto", ma un essere vivente in crescita con continue modificazioni dei rapporti articolari.

L'Ortopedico Pediatrico è la figura più idonea cui affidare il Vostro bambino!

Abbiamo preparato per Voi un breve elenco delle patologie ortopediche che destano maggiore attenzione in ambito pediatrico.

Buona lettura!

Condividi: