L'EPIFISIOLISI

osteoma-056_crop.jpeg

E’ uno scivolamento progressivo e rapido dell’epifisi femorale a livello dell’anca.

Più frequente nei maschi rispetto alle femmine (2-5 : 1), l’età media alla diagnosi è di 13,5 anni nei maschi e 12 anni nelle femmine e corrisponde al periodo di massima crescita scheletrica.

Fattori in qualche modo predisponenti sono l’Obesità ( almeno il 50% dei pazienti sono al disopra del   95° percentile per il peso)

L’ epifisiolisi è dovuta ad un aumento dello stress a livello della fisi indebolita con una combinazione di fattori biomeccanici e biochimici che contribuiscono al determinarsi dello scivolamento.

I sintomi sono:

  • dolore inguinale, dolore all’ anca, gonalgia
  • attitudine viziata in extrarotazione dell’ anca
  • la flessione della coscia si accompagna ad extrarotazione

Molto spesso la diagnosi passa misconosciuta anche per molti mesi poiché i sintomi sono blandi e vengono trascurati.

Diagnosi: radiografia in 2 proiezioni

Trattamento: è sempre chirurgica e consiste nella maggior parte dei casi nel fissare la testa del femore impedendo un ulteriore scivolamento attraverso il posizionamento di una vite attraverso una mini incisione.

Alto è il rischio di sviluppare un’ epifisiolisi all’ anca controlaterale che va dal 25 al 60 % dei pazienti ed in un arco di tempo di 18 mesi.

Sarà pertanto utile avvertire i genitori che ai primi sintomi a carico dell’ anca controlaterale dovranno recarsi a consulto.

Condividi: