TORCICOLLO MIOGENO

torcicollo-miogeno.jpg

Il torcicollo miogeno congenito è una patologia piuttosto frequente che colpisce i neonati.


Il bambino ha difficoltà a girare la testa da un lato e dopo qualche mese può presentare una plagiocefalia assimetrica.

Le cause sono tuttora sconosciute, probabilmente è una ischemia muscolare intrauterina che colpisce il muscolo sternocleidomastoideo.
Il torcicollo miogeno congenito, di solito, si diagnostica entro i primi 3 mesi di vita.
Spesso è presente nel contesto del muscolo sternocleidomastoideo una tumefazione palpabile che scomparirà a fine trattamento.

La diagnosi della tumefazione può essere, anche fatta, con l’ecografia.


Il torcicollo miogeno congenito è associato alla displasia delle anche nel 20% dei casi.
La contrattura e l’ accorciamento del muscolo del collo determina, se la malattia non viene curata, un’ asimmetria dei tratti del volto che, per contro, anche se presente regredisce quando il problema viene risolto.
L’ affezione è benigna e tende a risolversi nel 98% dei casi se diagnosticata al momento giusto e curata.
La chirurgia è riservata ai bambini la cui diagnosi viene fatta dopo i 3 anni.
La terapia è conservativa e consiste in una fisioterapia che porta allo streching del muscolo colpito dalla retrazione. Le manovre fisioterapiche possono essere eseguite dalla mamma che le impara dall’ortopedico all’atto della visita.

Condividi: